La città fantasma di Galeria Antica (Cesano, RM)

La città abbandonata di Galeria Antica, o Monumento Naturale di Galeria Antica, è un’area protetta di circa 40 ettari che si trova nel Lazio, a pochi km da Roma in zona Cesano. Nonostante venga a volte utilizzata come set cinematografico, non è purtroppo manutenuta in alcun modo e  per visitarla occorre far affidamento sul proprio buon senso.

Galeria Antica

Galeria antica infatti è ormai costituita da un agglomerato di muri e perimetri, probabilmente risalenti al XIII secolo circa, completamente invasi dalla vegetazione, il che da una parte la rende un luogo pieno di mistero e magia, ma dall’altra è un posto abbastanza pericoloso da visitare, poichè il terreno molto irregolare e la fitta vegetazione possono nascondere buche, anche piuttosto grosse.

Galeria Antica

Inoltre la città sorge su un’altura naturale, uno sperone di tufo, e un lato di essa si ritrova a strapiombo sulla vallata sottostante e sul fiume Arrone. Da non sottovalutare nemmeno che le rovine non sono controllate da nessuno e possono essere pericolanti, soprattutto i muri delle case a più piani che ancora resistono.

Fatte queste doverose precisazioni, con un po’ di attenzione e buonsenso è possibile visitare la città fantasma, il cui accesso non è in alcun modo controllato o regolamentato.

Galeria è uno di quei borghi fantasma, ormai abbandonato da più di due secoli, che sembra catapultare il visitatore in un luogo incantato, dove la vegetazione e gli alberi centenari hanno ormai ripreso completamente possesso di praticamente ogni rudere e ogni resto di muro abbandonato.

Galeria Antica

Si sa con certezza che il borgo sorgesse intorno ad un castello fortificato, di cui probabilmente possiamo vedere i resti e le macerie vicino al grande arco di mattoni che costituisce l’ingresso “principale” a cui si arriva giungendo da via Santa Maria di Galeria.

Sicuramente la costruzione più riconoscibile è la torre del campanile della Chiesa di San Nicola, molto probabilmente annessa al Castello, incredibilmente ancora in piedi a differenza di chiesa e castello.

Impossibile non menzionare la leggenda del fantasma Senz’affanni, che viene a cantare intorno alle rovine per la amata a cavallo di un destriero bianco, soprattutto in primavera: molti “testimoni” affermano di riuscire a sentirne il rumore di zoccoli. Gli scettici invece, affermano che si tratti delle piene dell’Arrone sottostante e dell’acqua che sbatte violentemente sulle rocce…

Galeria Antica

Raggiungere il borgo sta diventando sempre più complicato: a causa delle feste e dello stato pietoso in cui veniva lasciata l’area circostante (che è pur sempre proprietà privata), e soprattutto della mole di immondizia che veniva abbandonata sul luogo, sull’ingresso di via Santa Maria di Galeria è stato installato un cancello con dei cartelli molto minacciosi.

In realtà l’accesso non è impedito ai pedoni, e i cartelli e il cancello vogliono solo scoraggiare l’accesso, il parcheggio e il campeggio selvaggio che hanno devastato più volte il sito. Il che quindi ha impedito lo svolgersi di ulteriori festini notturni, ma ha anche diradato le visite verso borgo, e di conseguenza la strada per arrivare è sempre più fitta di boscaglia che nessuno si cura di tagliare. Ormai infatti è impossibile scendere al torrente, mentre fino a qualche anno fa esisteva un sentiero, ormai strapieno di rovi.

Galeria Antica, se possibile, è molto più abbandonata di Monterano Antica, che almeno ogni tanto viene utilizzata per dei concerti o degli eventi pubblici; ma proprio per questo suo stato di totale abbandono vale una visita, prima che la natura e il bosco se la riprendano completamente.

Per arrivare, una volta si poteva parcheggiare vicino al sentiero, mentre ora il cancello impedisce l’entrata con le macchine; è consigliabile quindi parcheggiare nel minuscolo borghetto di Santa Maria in Galeria e proseguire da lì a piedi su via di Santa Maria in Galeria verso Boccea.

Non c’è nessun tipo di punto di ristoro, quindi portate con voi cibo e abbondante acqua. Il sentiero non è difficile da seguire, grazie anche al campanile che si vede dal vecchio parcheggio e che vi può indirizzare; ma il sentiero è invaso sempre di più dalla vegetazione, quindi è consigliabile utilizzare pantaloni lunghe e scarpe chiuse. Non adatto per i passeggini.

Vedi altre foto di Galeria Antica sull’account Flikr di HappyLittleCaravan!

Silvia Blasi

Silvia è una consulente di Business Intelligence, vive a Roma ed ha passato tutte le estati della sua infanzia in campeggio. Nonostante sia laureata al DAMS, adesso lavora con i computer, ma il suo tempo libero è suddiviso tra libri, musica, scrittura e ovviamente viaggi. Oltre a scrivere per HappyLittleCaravan, si occupa di un blog, ha scritto articoli di musica per una testata online, e scrive recensioni di libri sul suo profilo Anobii. Sono sue anche (quasi) tutte le foto del sito.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *