Isola di Favignana (Egadi – Sicilia)

Favignana è la più grande delle Isole Egadi, in Sicilia, a circa 7 km dalla costa ovest della Sicilia, tra Trapani e Marsala.

L’intera isola ha una superficie che non arriva ai 20 km², rendendola così perfetta per essere esplorata in scooter o, meglio ancora, in bicicletta. L’isola è quasi completamente pianeggiante; l’unica “altura” è il Monte Santa Caterina, su cui sorge l’omonima Rocca.

Favignana

Favignana è raggiungibile con 20-30 minuti di traghetto (o aliscafo) sia da Trapani che da Marsala. Conviene prenotare online, più che per trovare posto, per risparmiare sul prezzo che parte dai 7 euro circa.

Si scende quindi dal traghetto e ci si ritrova già nel paese, praticamente di fronte a Palazzo Florio, bellissimo palazzo neogotico restaurato da pochi anni con uno stile liberty molto suggestivo.

Merita una visita anche il Museo della Tonnara, ospitato dall’Ex Stabilimento Florio, anch’esso restaurato agli inizi degli anni duemila, che contiene sia reperti archeologici ritrovati nelle Egadi, e tutta una serie di ricostruzioni e video interattivi dedicati alla Mattanza dei tonni, di cui Favignana ha vissuto per secoli.

Oltre alla Mattanza, Favignana viveva anche di tufo: potete chiaramente individuare in giro per l’isola le cave da cui veniva estratto in grosse quantità. Si tratta di pozzi molto suggestivi, alcuni dei quali col tempo sono stati invasi dall’acqua e diventati splendide calette; altri trasformati dai proprietari in giardini molto particolari. In realtà non si tratta di vero e proprio “tufo”, ma di una pietra calcarea bianca  (calcarenite) molto porosa e pregiata grazie al suo colore bianco e alla sua compattezza.

Favignana

Favignana offre quindi attrattive anche culturali di un certo livello: il Castello di Santa Caterina, Palazzo Florio, il parco archeologico vicino san Nicola, le storiche tonnare, il borgo stesso del centro abitato…

Ma quello che attrae veramente le frotte dei turisti è il mare: limpido, splendido, che insieme alle sue spiagge e alle sue calette offre scorci e panorami da sogno.

Favignana

Favignana regala al visitatore tutte le tipologie di accesso al mare che si possano desiderare, dalle scogliere, alle spiagge di sabbia finissima, alle spiagge di sabbia e ciottoli, alle grotte, agli scogli bassi da cui tuffarsi.

Inutile cercare di fare una lista delle spiagge, ognuno sarà in grado di trovare quella che gli è più congeniale con un semplice giro in bicicletta, vista anche la varietà di tipologie di accesso al mare presenti su Favignana.

Favignana

L’isola è piena di turisti, vista la sua estrema bellezza; se possibile, evitate i periodi di alta stagione, o comunque prenotate tutto con largo anticipo. Possibilmente evitate i ristoranti turistici che tendono a spennare il malcapitato visitatore. L’ideale sarebbe chiedere consiglio ai pochi residenti dell’isola, se riuscite a trovarne uno!

L’isola in realtà è visitabile anche in una giornata sola; magari non riuscirete a visitare tutte le spiagge, ma potrebbe essere più economico tornare a Trapani o a Marsala la sera. Diverso il discorso se si vogliono visitare anche Levanzo e Marettimo: Favignana è certamente la base di partenza perfetta per il giro completo delle Egadi.

Le solite raccomandazioni “da mare” valgono per la visita di Favignana: tanta crema solare (l’ombra è molto scarsa), cappelli e possibilmente ombrelloni; scarpette da scoglio e da trekking (c’è asfalto e l’isola è pianeggiante in larga parte, ma l’accesso ad alcune spiagge o calette non è adatto alle ciabattine). Non dimenticate nemmeno maschera e boccaglio, perché lo snorkeling è favoloso, e nemmeno un maglioncino per coprirvi la sera: è vero che siamo in Sicilia, ma si tratta pur sempre di isole schiaffeggiate dal vento!

Vedi altre foto dell’isola di Favignana sull’account Flikr di HappyLittleCaravan!

Silvia Blasi

Silvia è una consulente di Business Intelligence, vive a Roma ed ha passato tutte le estati della sua infanzia in campeggio.
Nonostante sia laureata al DAMS, adesso lavora con i computer, ma il suo tempo libero è suddiviso tra libri, musica, scrittura e ovviamente viaggi.
Oltre a scrivere per HappyLittleCaravan, si occupa di un blog, ha scritto articoli di musica per una testata online, e scrive recensioni di libri sul suo profilo Anobii.
Sono sue anche (quasi) tutte le foto del sito.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *