Castello di Bled (Bled, Slovenia)

Il Castello di Bled (Blejski grad in sloveno) è un castello medievale arroccato su una rupe a strapiombo sul magico Lago di Bled. Sembra essere il castello più antico di tutta la Slovenia, fatto risalire agli inizi del XI secolo. Attualmente è una delle mete preferite dai turisti che visitano la Slovenia, insieme al lago stesso, al Castello di Predjama e alle Grotte di Postumia.

Slovenia - Castello di Bled

Il castello di Bled si compone di vari edifici che fiancheggiano due cortili a due diverse altezze. Sale ed edifici sono molto ben manutenuti e nell’insieme, passeggiare per le sale e percorrere le mura affacciate sul Lago di Bled è molto pittoresco.

Slovenia - Castello di Bled

Tuttavia, il prezzo di ingresso ammonta a 11 euro a persona, e secondo me è molto alto (potete consultare il listino prezzi online sul sito del Castello di Bled). Tutti gli edifici ospitano esposizioni di reperti e la ricostruzione dello sviluppo del castello, comprensivo di arredi (non originali ma ricostruiti anch’essi). Certo, la vista panoramica è mozzafiato, ma in generale a volte si ha un’impressione di atmosfera poco autentica.

Slovenia - Castello di Bled Slovenia - Castello di Bled

La parte più interessante è meglio conservata è la cappella gotica che si trova sul cortile superiore. Dopo varie peripezie e ricostruzioni in seguito a terremoti, dal 2017 è stata riaperta al pubblico per liturgie e funzioni religiose, tra cui matrimoni: date un’occhiata alla lista prezzi per un matrimonio al Castello di Bled!

Slovenia - Castello di Bled

Insomma in generale non sono pentita della visita, ma delle tante bellezze naturali e paesaggistiche che siamo riusciti a visitare in Slovenia durante il viaggione del 2017, forse il Castello di Bled è da annoverare più tra le attrazioni meramente turistiche, indirizzate alla spremitura del turista medio, che tra le meraviglie autentiche del paese.

Ottieni indicazioni

  mostra opzioni

Silvia Blasi

Silvia è una consulente di Business Intelligence, vive a Roma ed ha passato tutte le estati della sua infanzia in campeggio. Nonostante sia laureata al DAMS, adesso lavora con i computer, ma il suo tempo libero è suddiviso tra libri, musica, scrittura e ovviamente viaggi. Oltre a scrivere per HappyLittleCaravan, si occupa di un blog, ha scritto articoli di musica per una testata online, e scrive recensioni di libri sul suo profilo Anobii. Sono sue anche (quasi) tutte le foto del sito.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *